Benefici studenti

Borse di studio

Descrizione

La Borsa di studio è l’intervento diretto fondamentale del diritto allo studio universitario (in attuazione dell’art. 34 della Costituzione)concesso agli studenti “meritevoli e bisognosi”. La Borsa è costituita da un insieme di servizi a fruizione gratuita, come la mensa e l’alloggio e da una somma in denaro che varia in base: alle condizioni economiche e patrimoniali della famiglia dello studente;alla sua provenienza geografica (fuori sede, in sede o pendolare). Agli studenti vincitori spetta, inoltre, l’esonero dalla tassa regionale per il diritto allo studio universitario e l’esonero totale da tasse per l’iscrizione ai corsi universitari. Per la disciplina esauriente e completa del beneficio si rinvia al Bando di concorso di cui si raccomanda una puntuale lettura

Chi può fare domanda

Possono chiedere la Borsa di studio gli studenti che si iscrivono

  • ai corsi di laurea di primo e secondo livello e di laurea magistrale a ciclo unicoin attuazione del Decreto 509/99, sostituito dal  Decreto Miur  270 del 22/10/2004 (Università degli Studi di Camerino, Macerata, Urbino e Politecnica delle Marche Ancona);
  • ai corsi di primo e secondo livello previsti dalla legge di riforma delle istituzioni per l’alta formazione artistica e musicale di cui alla   508/99 ( ISIA di Urbino, Accademia di Belle Arti di Urbino e Macerata, Conservatorio di musica di Pesaro e Fermo afferenti rispettivamente il presidio di Urbino e Macerata);
  • ai corsi Poliarte – Politecnico delle arti applicate all’impresa di cui al D.Miur n. 623/2016 e alla convenzione  DDPF n. 14 del 07/03/2017;
  • ai corsi di specializzazione obbligatori per l’esercizio della professione attivati presso le sedi universitarie di Urbino Macerata Ancona e Camerino (ad eccezione di quelli dell’area medica di cui al Dlgs 4 agosto 1999, n. 368);
  • ai corsi di dottorato di ricerca eventualmente attivati dalle università ai sensi del Decreto Legislativo 3 luglio 1998, n. 210, art. 4, a condizione che l’iscritto non benefici della borsa di studio di cui al Decreto Ministeriale n. 224/99.
  • alla Scuola Superiore per Mediatori Linguistici di Ancona, riconosciuta con decreto MIUR  24-09-2003 e di Fermo salvo la stipula della  convenzione con la regione Marche;

Chi non può fare domanda

– chi si iscrive di nuovo avendo già conseguito un titolo di studi (laurea o diploma) per lo stesso livello di studi;

– chi è già in possesso della laurea prevista dal vecchio ordinamento e che si iscrive alla laurea specialistica di 2° livello (decreto MIUR 270/04).

Requisiti di merito:

Per gli Iscritti al primo anno: al momento della domanda è sufficiente possedere il diploma di maturità ma nel corso dell’anno è necessario acquisire un certo numero di crediti.
Per gli Iscritti ad anni successivi al primo: è necessario avere acquisito un certo numero di crediti alla data del 10 Agosto di ogni anno. (Art. 7 del Bando di Concorso)

Requisiti di reddito:

Le condizioni economiche dello studente (Art- 8 del Bando di Concorso) sono individuate sulla base dell’Indicatore della situazione economica equivalente per le Prestazioni del Diritto allo Studio Universitario con specifico riferimento allo studente richiedente il beneficio, di cui al decreto legislativo 05 dicembre 2013 n. 159 e successive modificazioni ed integrazioni. Gli indicatori di reddito e patrimonio non devono essere superiori a:
ISEE (Indicatore Situazione Economica Equivalente) Euro 21.000,00
ISPEE (Indicatore Situazione Patrimoniale Equivalente) Euro 38.000,00

STUDENTI STRANIERI

Gli studenti non residenti in Italia (Extra-UE o UE con nucleo familiare all’estero) e lo studente straniero residente in Italia, non indipendente, con nucleo familiare dei genitori residenti all’estero dovranno, al pari degli studenti italiani, presentare la certificazione ISEE e ISPE. Considerato che tale calcolo non è contemplato nel DPCM 159/2013, sulla base della normativavigente, le Rappresentanze nazionali degli Organismi per il diritto allo studio universitario e i Centri di assistenza fiscale hanno stipulato un protocollo di intesa, rinnovabile anche per il 2018, per il calcolo ISEE applicabile agli studenti stranieri. Sulla base di quanto previsto dal protocollo gli studenti stranieri dovranno presentare la Scheda raccolta dati con indicatore parificato universitario rilasciata da un CAAF convenzionato e riportare le relative informazioni che saranno richieste nel modulo di domanda online.

Per tali studenti è necessario esibire la relativa documentazione di seguito descritta in originale e formato cartaceo. La documentazione dovrà essere rilasciata dalle competenti autorità del Paese ove i redditi sono stati prodotti e legalizzata dall’Autorità diplomatica italiana competente per territorio.Per I paesi che hanno aderito e ratificato la Convenzione dell’Aja conclusa il 5 ottobre del 1961 è ammesso l’utilizzo dell’apostille in luogo della legalizzazione dell’Ambasciata italiana.Ai documenti sopra indicati, redatti in lingua straniera, deve essere allegata una traduzione in lingua italiana conforme al testo straniero e certificata dalla competente autorità diplomatica o consolare italiana, oppure da un traduttore ufficiale.

Per i paesi dove esistono particolari difficoltà documentate dalla locale Ambasciata Italiana la documentazione sopra indicata può essere rilasciata dalle competenti rappresentanze diplomatiche o consolari estere in Italia e legalizzate dalle Prefetture.

Gli studenti stranieri il cui nucleo familiare non risiede in Italia e non è iscritto alle liste AIRE che si iscrivono ad un corso di laurea triennale, magistrale o magistrale a ciclo unico con domanda presentata regolarmente nel termine stabilito e che non saranno in grado di presentare con la domanda tutta la necessaria documentazione in originale relativa al nucleo familiare, ai redditi e patrimoni esteri,potranno provvisoriamente allegare copia fotostatica della documentazione, anche se non legalizzata.Gli stessi studenti verranno inseriti nelle graduatorie provvisoria e assestata con l’ISEE corrispondente al valore delle soglie massime di riferimento.

A pena di esclusione dalle graduatorie definitive, con l’eventuale restituzione del valore dei benefici gratuiti usufruiti, i predetti studenti debbono consegnare all’ERDIS entro il 31 ottobre 2018, in un unico plico gli originali legalizzati e la scheda raccolta dati con l’indicatore parificato universitario.

La documentazione necessaria per il calcolo dell’ISEEU/ISPEU parificato è indicata all’art. 11 del bando.

Per maggiori informazioni clicca sul seguente link:

Isee parificato Studenti Stranieri –Documentazione richiesta

Scadenza domanda 

La domanda dovrà essere compilata unicamente on line collegandosi al sito internet dell’Ente www.ERDIS.it  e deve essere presentata, pena esclusione dal concorso, entro le ore 18,00 del giorno 28 Agosto 2018.

(Termini e modalità per la presentazione della domanda)

Bando di concorso

Per un’informazione  esauriente e completa del beneficio ti invitiamo ad una puntuale lettura del  Bando di concorso. È possibile visualizzare o scaricare il testo del bando di concorso:

Bando borsa di studio 2018-2019 (.pdf);

Integrazione per laureati in corso

Lo studente che consegua il titolo di Laurea o di laurea magistrale (ex specialistica) entro la durata prevista dai rispettivi ordinamenti didattici beneficia di una integrazione in denaro pari alla metà della quota contante della borsa ottenuta nell’ultimo anno di corso, anno accademico 2018/19 (Art. 5 del Bando di Concorso). Nel caso in cui il richiedente sia beneficiario della borsa in soli servizi sarà liquidato metà dell’importo figurativo della quota contante spettante La richiesta   di integrazione della Borsa di Studio deve essere   presentata, entro  e non oltre il 3 Dicembre 2019. Lo studente dovrà utilizzare il modulo online accedendo all’area riservata del sito internet dell’Erdis. In caso di mancato invio del modulo entro i suddetti termini, il premio di laurea non verrà conferito.

Beneficiari contributi ERASMUS

Gli studenti beneficiari di borsa di studio, ad esclusione di coloro che sono iscritti al primo anno della Laurea o Laurea Magistrale a ciclo unico,  hanno diritto per una sola volta per ciascun corso (e per una sola volta per gli iscritti ai corsi degli Istituti Superiori di grado universitario), ad una integrazione della borsa per la partecipazione a programmi di mobilità internazionale, sia nell’ambito di programmi promossi dall’Unione Europea, che di programmi non comunitari (Art.17 del Bando di Concorso). La partecipazione a tali programmi e il periodo di studio e/o tirocinio all’estero deve essere riconosciuto in termini di crediti o votazioni, nell’ambito del proprio corso di studio, anche ai fini della predisposizione della prova conclusiva.

Diversamente Abili

L’Ente promuove, nei limiti delle risorse disponibili, le iniziative necessarie per rimuovere gli ostacoli che impediscono il raggiungimento dei più alti gradi degli studi agli studenti diversamente abili.

Accertamenti

L’Ente per il Diritto allo Studio esercita un accurato controllo sulle dichiarazioni prodotte dallo studente.(Art. 23 del Bando di Concorso).  Per quanto riguarda la condizione economica, ai fini dell’accertamento,  l’Ente richiede agli altri soggetti pubblici interessati la conferma scritta, di quanto dichiarato dallo studente, con le risultanze dei registri da questi custoditi; verifica i redditi/patrimoni attraverso l’accesso all’Anagrafe Tributaria dell’Agenzia delle Entrate, dell’INPS presenti nelle rispettive banche dati; chiede riscontro ai Comuni di residenza sull’effettiva composizione del nucleo familiare; chiede allo studente ogni altro documento necessario al controllo non ottenibile da altri enti pubblici. .Per la sussistenza del requisito di merito, richiede informazioni alle segreterie competenti delle Istituzioni Universitarie afferenti ai presidi ERDIS. Nell’espletamento di tali controlli l’ERDIS. può richiedere allo studente idonea documentazione atta a dimostrare la completezza e la veridicità dei dati dichiarati, anche al fine della correzione di errori materiali o di modesta entità